Cardiologia.net
Reumatologia
Gastroenterologia.net

Livelli plasmatici relativamente alti del recettore solubile dell’attivatore del plasminogeno di tipo urochinasi ( suPAR ) sono stati associati a glomerulosclerosi focale segmentaria e a esiti clinici ...


Le neoplasie metanefriche del rene sono rare, e alcuni casi sono associati a carcinoma papillare. La maggior parte dei casi di adenoma metanefrico si manifesta negli adulti, con meno di 25 casi segn ...


Sono stati confrontati i risultati della funzione renale nei pazienti nei bracci di sorveglianza e di intervento del registro DISSRM. I pazienti sono stati raggruppati per fasi della malattia renale ...


Con l'aumento dell’incidenza di carcinoma a cellule renali le opzioni di trattamento per la piccola massa renale si sono ampliate. La crioablazione è sempre più utilizzata come opzione terapeutica p ...


L'utilità della velocità stimata di filtrazione glomerulare ( eGFR ) e l'albuminuria per la previsione di eventi cardiovascolari è controversa. Uno studio ha valutato l'aggiunta di eGFR basato su cr ...


Rispetto al peso normale, l'obesità può essere associata a esiti clinici peggiori, tra cui malattia renale cronica. Non è noto se questa associazione venga modificata dall’età. È stata studiata l'as ...


La probabilità di recidiva del tumore dopo nefrectomia nel carcinoma renale a cellule chiare localizzato è ben caratterizzata da parametri clinici e patologici. Tuttavia, tali valutazioni possono esse ...


L'esito del trapianto di rene in pazienti positivi al virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ) che ricevono organi da donatori HIV-negativi è stato riportato essere simile al risultato di destinatari ...


Le giovani donne che desiderano diventare donatrici viventi di rene spesso chiedono se la nefrectomia avrà effetti sulle loro future gravidanze. È stato condotto uno studio retrospettivo di coorte ...


La terapia anticoagulante orale ( TAO ) è il trattamento ideale per la prevenzione del tromboembolismo nella fibrillazione atriale, anche se i dati relativi all’uso degli anticoagulanti orali nei pazi ...


Il danno renale e la funzione renale ridotta sono fattori di rischio per l'insufficienza cardiaca, ma gli studi esistenti si sono limitati a valutare l’albuminuria o la velocità di filtrazione glomeru ...


L'infezione è una grave complicanza nell'impianto di dispositivi elettronici cardiovascolari ( CIED ). L'insufficienza renale è un fattore di rischio indipendente per l'infezione di CIED e la mortal ...


Il vantaggio della prevenzione primaria con defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) nei pazienti con malattia renale cronica non è ben definito. È stata effettuata una meta-analisi di dati ...


Il deficit cognitivo nei pazienti in emodialisi è frequente e mediato da diversi fattori. Non è chiaro quali pazienti siano più suscettibili a variazioni cognitive in tutto il ciclo di dialisi e qua ...


L’ipogonadismo negli uomini ( testosterone totale minore di 350 ng/dl ) è associato a più alto rischio di malattie cardiovascolari e di mortalità negli uomini in terapia dialitica. È stata valutat ...