Twelfth European Symposium
EMUC17
Xagena Mappa
Medical Meeting

Lattato deidrogenasi sierica predice il beneficio di sopravvivenza generale nei pazienti con carcinoma renale metastatico trattato con inibitori mTOR


La lattato deidrogenasi ( LDH ) è un enzima coinvolto nella glicolisi anaerobia e regolato da dal pathway PI3K/Akt/TORC1 ( phosphatidylinositol 3-kinase/Akt/mammalian target of rapamycin (mTOR)-containing complex 1 ) così come dalla ipossia / necrosi tumorale.

Alti livelli sierici di LDH sono associati a scarsa prognosi nei pazienti con cancro, incluso il tumore renale.

Uno studio ha valutato se il livello sierico di LDH abbia un valore prognostico e predittivo nei pazienti con carcinoma renale metastatico in trattamento con un inibitore di mTOR.

È stato valutato il livello sierico di LDH pre-trattamento e post-trattamento in 404 pazienti a rischio sfavorevole con carcinoma renale trattati con Temsirolimus ( Torisel ), un inibitore di TORC1, o con Interferone alfa in uno studio internazionale, di fase III, randomizzato.

Il modello a rischi proporzionali è stato utilizzato per valutare l’associazione prognostica e predittiva di LDH nel predire la sopravvivenza generale.

Il livello basale sierico normalizzato di LDH è risultato 1.23 volte più alto del limite normale superiore ( ULN; intervallo, 0.05-28.5 × ULN ).

L’hazard ratio ( HR ) a variabili multiple per decesso è stato pari a 2.81 ( P inferiore a 0.001 ) per i pazienti con LDH superiore a 1 × ULN versus pazienti con LDH uguale o inferiore a 1 × ULN.

Il termine di interazione LDH-trattamento è risultato statisticamente significativo per sopravvivenza generale ( P=0.016 ).

Tra i 140 pazienti con LDH superiore a ULN, la sopravvivenza generale è risultata significativamente migliorata con Temsirolimus ( 6.9 v 4.2 mesi; P inferiore a 0.002 ).

Tra i 264 pazienti con LDH normale, la sopravvivenza generale non è migliorata significativamente con Temsirolimus rispetto alla terapia con Interferone ( 11.7 vs 10.4 mesi; P=0.514 ).

In conclusione, il livello sierico di LDH è un biomarcatore prognostico e predittivo per il beneficio di sopravvivenza legato a inibizione di TORC1 nel carcinoma renale a rischio sfavorevole.
Sono raccomandati ulteriori approfondimenti sul ruolo predittivo di LDH come misura del beneficio derivato dalla inibizione del pathway PI3K/TORC1 in altri gruppi di rischio per il carcinoma renale e altri tipi di tumore. ( Xagena2012 )

Armstrong AJ et al, J Clin Oncol 2012; 30: 3402-3407

Onco2012 Nefro2012 Farma2012


Indietro