Twelfth European Symposium
EMUC17
Xagena Mappa
Medical Meeting

I pazienti con malattia renale cronica avanzata perdono la capacità di espellere completamente l'acido endogeno, con conseguente acidosi metabolica cronica che aumenta il rischio di progressione della ...


Il Ferro per via endovenosa è un trattamento standard per i pazienti sottoposti ad emodialisi, ma i dati comparativi riguardanti i regimi clinicamente efficaci sono limitati. In uno studio multicen ...


La malattia renale policistica autosomica dominante ( ADPKD ) è caratterizzata da una progressiva formazione di cisti in entrambi i reni e dalla perdita della funzionalità renale, portando infine alla ...


I pazienti con malattia renale cronica hanno una ridotta attivazione della vitamina D e un elevato rischio cardiovascolare. Studi osservazionali in pazienti trattati con emodialisi hanno dimostrato ...


L'inibizione della neprilisina ha effetti favorevoli sulla nefropatia diabetica sperimentale. Si è cercato di valutare gli effetti dell'inibizione della neprilisina sulla funzione renale nei pazient ...


La combinazione Sacubitril e Valsartan ( Entresto ) riduce il rischio di mortalità cardiovascolare tra i pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta, ma i suoi effetti sulla f ...


Molti pazienti con malattia renale diabetica hanno albuminuria residua e sono a rischio di progressione della malattia. Lo studio ALBUM ha studiato l'efficacia di un nuovo inibitore attivo orale del ...


Cabozantinib ( Cabometyx ) è un inibitore multitarget della tirosin-chinasi ( TKI ) che inibisce potentemente MET e AXL, entrambi associati a prognosi sfavorevole nel carcinoma a cellule renali ( RCC ...


Una combinazione dell'inibitore del checkpoint immunitario, Avelumab ( Bavencio ), più l'inibitore della tirosin-chinasi ( TKI ), Axitinib ( Inlyta ), migliora significativamente la sopravvivenza libe ...


Le cellule B producono alloanticorpi e attivano le cellule T alloreattive, influenzando negativamente la sopravvivenza dei trapianti renali. Per contro, le cellule B regolatorie sono associate alla to ...


Sono state confrontate l'efficacia e la sicurezza della terapia antipiastrinica ( DAPT ) a breve termine ( 3 o 6 mesi ) rispetto a lungo termine ( 12 mesi e oltre ) dopo l'impianto di stent a rilascio ...


In un precedente studio condotto su pazienti con malattia renale policistica autosomica dominante ( ADPKD, clearance della creatinina stimata maggiore o uguale a 60 ml al minuto ), l'antagonista del r ...


Uno studio di fase 3 disegnato per confrontare Nivolumab ( Opdivo ) e Ipilimumab ( Yervoy ) con la monoterapia a base di Sunitinib ( Sutent ) per il trattamento di prima linea dei pazienti con carcino ...


Bosutinib ( Bosulif ) può inibire la crescita delle cisti nei pazienti con malattia policistica renale autosomica dominante ( ADPKD ). Nello studio di fase 2, i ricercatori hanno assegnato in modo ...


Non è noto se i pazienti con funzione renale in peggioramento che assumono i nuovi anticoagulanti presentino esiti diversi da quelli che assumono il Warfarin ( Coumadin ), un antagonista della vitamin ...