Twelfth European Symposium
Xagena Mappa
EMUC17
Xagena Newsletter

Tempistica di inizio della terapia sostitutiva renale nel danno renale acuto


Il danno renale acuto è comune nei pazienti in condizioni critiche, molti dei quali ricevono una terapia sostitutiva renale. Tuttavia, la tempistica più efficace per l'inizio di tale terapia rimane incerta.

È stato condotto uno studio multinazionale, randomizzato e controllato che ha coinvolto pazienti in condizioni critiche con grave danno renale acuto.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere una strategia accelerata di terapia sostitutiva renale ( in cui la terapia è stata iniziata entro 12 ore da quando il paziente aveva soddisfatto i criteri di ammissibilità ) o una strategia standard ( in cui la terapia sostitutiva renale era scoraggiata fino allo sviluppo delle indicazioni convenzionali o danno renale acuto persistente per più di 72 ore ).

L'esito primario era la morte per qualsiasi causa a 90 giorni.

Dei 3.019 pazienti sottoposti a randomizzazione, 2.927 ( 97.0% ) sono stati inclusi nell'analisi intention-to-treat modificata ( 1-465 nel gruppo con strategia accelerata e 1.462 nel gruppo con strategia standard ).
Tra questi pazienti, la terapia sostitutiva renale è stata eseguita in 1.418 ( 96.8% ) nel gruppo con strategia accelerata e in 903 ( 61.8% ) nel gruppo con strategia standard.

A 90 giorni, la morte si era verificata in 643 pazienti ( 43.9% ) nel gruppo con strategia accelerata e in 639 ( 43.7% ) nel gruppo con strategia standard ( rischio relativo, RR=1.00; P=0.92 ).

Tra i sopravvissuti a 90 giorni, la continua dipendenza dalla terapia sostitutiva renale è stata confermata in 85 pazienti su 814 ( 10.4% ) nel gruppo con strategia accelerata e in 49 su 815 pazienti ( 6.0% ) nel gruppo con strategia standard ( RR= 1.74 ).

Gli eventi avversi si sono verificati in 346 pazienti su 1.503 ( 23.0% ) nel gruppo con strategia accelerata e in 245 su 1.489 pazienti ( 16.5% ) nel gruppo con strategia standard ( P minore di 0.001 ).

Tra i pazienti critici con danno renale acuto, una strategia di sostituzione renale accelerata non è stata associata a un rischio di morte a 90 giorni inferiore rispetto a una strategia standard. ( Xagena2020 )

The STARRT-AKI Investigators for the Canadian Critical Care Trials Group, the Australian and New Zealand Intensive Care Society Clinical Trials Group, the United Kingdom Critical Care Research Group, the Canadian Nephrology Trials Network, and the Irish Critical Care Trials Group, N Engl J Med 2020; 383: 240-251

Nefro2020



Indietro